Cerca

Bando AGER: DISAFA partner progetto Fine Feed for Fish (4F)

Nell’ambito del bando Ager finalizzato a finanziare la ricerca in acquacoltura , il progetto Fine Feed For Fish (4F) è risultato il primo in graduatoria sul totale dei 25 progetti ammessi, ottenendo un finanziamento di 784.000€.
Obiettivo del bando è il miglioramento dell’alimentazione dei pesci in allevamento, attraverso lo studio e la risoluzione dei problemi connessi all’impiego - ormai sempre più diffuso - di mangimi di origine vegetale o animale in sostituzione della farina e dell’olio di pesce tipicamente utilizzati in acquacoltura, ma la cui disponibilità è in costante diminuzione.
Il DISAFA - Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari, di cui è responsabile la Prof.ssa Laura Gasco - è tra i partner del progetto, che vede capofila il Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita (DBSV) dell’Università degli Studi dell’Insubria e prevede la collaborazione tra diversi enti nazionali (Università di Sassari e Milano Bicocca, Porto Conte Ricerche, Parco Tecnologico Padano e Consorzio Italbiotec) affiancati dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta e dall’Università Statunitense dell’Idaho.
La ricerca, focalizzata su trota iridea e spigola, rispondendo pienamente all’obiettivo richiesto dal bando, studierà nuove strategie alimentari mirate alla riduzione delle fonti proteiche convenzionali (farine di pesce e di soia) attraverso l’impiego di fonti innovative quali farine di insetto e avicole. Saranno valutati numerosi aspetti, quali la funzionalità intestinale, il microbiota, la qualità dei prodotti ottenuti, i costi di produzione con relativa valutazione economica e infine l’impatto ambientale.
Il ruolo di DISAFA è legato alle competenze acquisite negli anni relativamente allo studio dell’impiego di fonti proteiche alternative nell’alimentazione della trota, con specifico riferimento alle farine d’insetto, allo studio degli effetti delle stesse sulle performance di
crescita del pesce allevato, anche in termine di valore nutrizionale e aspetti sensoriali. Per conoscere meglio l'impegno delle Fondazioni di origine bancaria che sostengono la ricerca nel settore agroalimentare, tra le quali la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, è possibile consultare il sito del Progetto Ager

Nuovi documenti

Avvisi al personale
Bandi di Collaborazione
Borse di Studio
Campusnet Unito   |   Versione Mobile
Non cliccare qui!